enzo@netwellness.it (339 468 5300)

12 Febbraio 2019

Umore: 10 carenze nutrizionali che possono alterarlo.

Oggi parliamo di alcune carenze nutrizionali che possono alterare l’umore, puntando l’attenzione sugli effetti che alcuni alimenti possono avere sugli sbalzi d’umore.

Scopriamo quali carenze alimentari sono diffuse, che effetti hanno sul nostro umore e come contrastarle.

Acidi grassi omega 3: Senza di essi, i grassi trans entreranno nel vostro sistema neurale, causando un’infiammazione che può portare a disturbi di umore. È possibile trovare questa sostanza nei pesci grassi, nei tuorli d’uovo, nell’olio di semi di lino, nelle noci, e negli integratori alimentari.
Vitamine B: . Secondo il National Center for Biotechnology Information, una carenza di vitamine del gruppo B può influenzare notevolmente la vostra salute mentale.

È possibile trovare una quantità incredibile di vitamine del gruppo B in frutti di mare, verdure a foglia verde, banane, prodotti di soia fortificati, crusca, e Acido Folico: Secondo l’esperto di salute mentale Therese Borchard, coloro che mancano di acido folico nei loro sistemi rispondono molto male ai trattamenti antidepressivi. Gli alimenti che includono elevati livelli di acido folico sono: fagioli cotti e lenticchie, spinaci, avocado, broccoli e frutti tropicali.


Zinco: E’ fondamentale nella produzione e la funzione dei neurotrasmettitori, secondo il dietista e nutrizionista Doug Cook. Ottime fonti di zinco sono: germe di grano tostato, spinaci, semi di zucca e cioccolato fondente.


Selenio: I medici dicono che il selenio è necessario per la mantenere la funzione della tiroide sana, e, in effetti, anche il benessere mentale. Si possono trovare abbondanti fonti di selenio in alimenti come semi di girasole, pane integrale, tonno, noci del Brasile, e ostriche.
Magnesio: Gli esperti fanno spesso riferimento al magnesio con

me ” antidoto per lo stress”, un potente minerale che aiuta l’organismo a rilassarsi, secondo Mark Hyman, M.D. È possibile trovare una meravigliosa quantità di magnesio nella soia, nelle lenticchie, nei cereali integrali, a basso contenuto di grassi, e nella frutta secca.


Vitamina D: Molti hanno avuto una lieve carenza di vitamina D – che è stato collegato più volte alla depressione, ansia e disturbo affettivo stagionale. È possibile trovare una buona quantità di questa sostanza nel pesce grasso, nei funghi portobello, nell’ olio di fegato di merluzzo, e nel tofu.


Iodio: Come il selenio, lo iodio è necessario per la funzione tiroidea corretta. Aiuta a rafforzare il sistema immunitario, le prestazioni del cervello, la memoria, e regolare la temperatura corporea. È possibile trovare lo iodio in formaggi, il sale arricchito con iodio, le alghe secche, le patate, i mirtilli, il tonno in scatola, i bastoncini di pesce, e gamberetti.
Ferro: La carenza di ferro può causare una insufficienza di globuli rossi, che può causare anemia, affaticamento del cervello. Grandi fonti di ferro sono cozze, vongole, noci, semi di zucca, prodotti di soia, frutta secca come anacardi e mandorle.


Aminoacidi: Come molti altri nutrienti elencati sopra gli aminoacidi aiutano a bilanciare i neurotrasmettitori nel nostro cervello, e ridurre la paura, l’ansia, gli attacchi di panico, e lo stress. Buone fonti di amminoacidi sono proteine vegetali

P.IVA: 04159660614 - Le informazioni presenti in questo sito non costituiscono e non sostituiscono un consulto medico. Le informazioni diffuse dal sito sono solo ed esclusivamente informative.