enzo@netwellness.it (339 468 5300)

29 giugno 2017

La Prima Colazione

Un pasto completo e bilanciato

La prima colazione dovrebbe rappresentare un pasto completo dal punto di vita nutrizionale e contenere quindi le giuste proporzioni di macro e micronutrienti.

E non importa se si preferisce il dolce o il salato: la scelta è talmente ampia che seguendo qualche semplice regola generale non è difficile creare la propria colazione su misura, un pasto che soddisfi gusto e salute.

  • Carboidrati. Sono gli zuccheri che forniscono energia pronta per l’uso all’organismo (zuccheri semplici) o a rilascio un po’ più lento e aiutano a mantenere un adeguato livello di carburante nel corso della mattinata. I cereali integrali sono un’ottima fonte di zuccheri complessi per la colazione, mentre la frutta fresca rappresenta la miglior fonte di zuccheri semplici. Attenzione invece a non esagerare con marmellate, zucchero e miele.
  • Proteine. Fondamentali per la crescita e la rigenerazione dell’organismo, ma anche per fornire energia, le proteine per la colazione possono arrivare da fonti vegetali (bevande alla soia, frutta secca, semi) o animali (uova, formaggi, latte, yogurt).
  • Grassi. Anche se quando consumati in eccesso risultano pericolosi, i grassi non possono mancare in una sana alimentazione. Quelli “buoni” da includere nella colazione possono derivare per esempio dalla frutta secca o dal cioccolato fondente e, in misura più limitata i formaggi (da scegliere con attenzione perché contengono anche una buona percentuale di grassi saturi, quelli “cattivi”).
  • Vitamine e minerali. Necessari, seppur in piccole quantità, per il buon funzionamento dell’organismo, questi micronutrienti sono presenti soprattutto in frutta (vanno bene anche spremute e centrifugati), verdura e cereali integrali.

Una spinta verso le buone abitudini

Come già anticipato, una buona fetta della popolazione italiana (e non solo) fa fatica a mettersi a tavola al mattino prima di uscire. Come fare propria la buona abitudine di una sana prima colazione?

  • Dare il buon esempio. I bambini tendono a non fare colazione se in famiglia non si ha questa abitudine: è importante che i genitori diano il buon esempio.
  • Non avere fretta. La colazione deve anche essere un piacere e per questo è necessario dedicarle almeno 15-20 minuti anche durante la settimana lavorativa.
  • Bello e pronto. Preparare la tavola per la colazione la sera prima di andare a dormire può aiutare a risparmiare tempo e ad aumentare la voglia di sedersi a tavola al mattino. Meglio ancora se la tavola è apparecchiata in modo da soddisfare anche lo sguardo.
  • Ampia scelta. Variare i cibi che si portano in tavola, sperimentando magari anche gusti nuovi, può essere un modo per rendere meno noioso e più interessante questo pasto. Le opzioni non mancano per scegliere un inizio a tutta salute.

 

Tags: , ,

P.IVA: 04159660614 - Le informazioni presenti in questo sito non costituiscono e non sostituiscono un consulto medico. Le informazioni diffuse dal sito sono solo ed esclusivamente informative.